Cattedra Karol Wojtyla

Natura e missione

La Cattedra Karol Wojtyla, inaugurata il 14 ottobre 2003 presso il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II, è un centro di studio del pensiero filosofico, teologico e poetico di Karol Wojtyla, della tradizione culturale in cui questo pensiero è nato, e delle prospettive che in esso si aprono per la persona umana, per la società e per la Chiesa. Coscienti dell’originalità tanto del suo metodo come dei contenuti da lui sviluppati, si tratterà di inserirsi nella stessa stria, sviluppando la sua fecondità fino ad allargare anche la nostra visione dell’uomo.

Il modo proprio del pensiero di Karol Wojtyla trova la sua originalità più specifica nel partire dall’esperienza della persona umana e dall’esperienza della moralità, come luoghi epifanici della persona stessa. Vita e pensiero trovano in questo modo il loro intreccio insolubile, riflettente nell’origine della “universitas”, modello ideale al quale la Cattedra si ispira e cerca di aderire. Il pensiero che vi nasce partecipa alla verità degli esseri, rivelata all’intelletto dell’uomo, e al loro bene, donato alla sua volontà, e in essi accresce. E dunque naturale, che esso ingrandisce nell’ascoltare, ob-audire, ciò che raccontano gli esseri, e ciò che il Magistero constata: la presenza della verità e dell’Amore, presenza alla quale solo la presenza dell’uomo può rispondere degnamente.
Perciò lo studio del pensiero di Karol Wojtyla e delle sue fonti implicherà un dialogo degli studiosi in un clima di familiarità. La Cattedra si offre come dimora, come la casa in cui gli studiosi possono lavorare nella libertà propria di coloro che, dialogando, insieme si orientano ancora verso la verità e in essa già dimorano. Attraverso la messa a disposizione di borse di studio, l’organizzazione di lezioni monografiche e di seminari di studio con esperti invitati, la Cattedra Wojtyla si propone di indagare, tra le altre, sulle seguenti tematiche: il rapporto tra la persona, la famiglia, la società e lo stato; paternità, maternità e figliolanza; l’Europa e i suoi “due polmoni”; verità, amore, fede e tolleranza.