Consulenza Familiare

Il Master in Consulenza familiare si propone di formare operatori altamente qualificati che intendano spendere le proprie specifiche competenze professionali in servizi di aiuto e sostegno alla famiglia (quali ad esempio i Consultori familiari, i Centri per la famiglia, i Centri di aiuto alla vita, i Centri di ascolto).
Il Corso vuole promuovere le competenze relazionali e progettuali che possano mettere in grado gli operatori che a vario titolo si occupano della famiglia (educatori, pedagogisti, psicologi, assistenti sociali, avvocati, medici, consulenti etici e canonici) di attivare efficaci relazioni di aiuto e di sostegno alla persona, alla coppia e alla famiglia nella prospettiva del lavoro d’équipe, con particolare attenzione alla promozione del benessere relazionale, allo sviluppo delle competenze della famiglia e al sostegno alla genitorialità, nel quadro di fondamentali riferimenti antropologici, pedagogici, socio-psicologici, giuridici, teologici ed etici.

Direttori scientifici del Corso
Prof. Livio MELINA
Prof. Domenico SIMEONE

Consiglio Direttivo
Prof.ssa Donatella BRAMANTI
Prof.ssa Maria Luisa DI PIETRO
Prof.ssa Oana GOTIA
Prof. José NORIEGA
Prof. Luigi PATI
Prof. Juan José PEREZ-SOBA
Prof. Camillo REGALIA

Coordinatore dell’attività didattica
Prof.ssa Oana GOTIA

Segreteria
Dott.ssa Susanna BEFANI
Pontificio Istituto Giovanni Paolo II
Piazza S. Giovanni in Laterano, 4
000120 Città del Vaticano

E-mail: master@istitutogp2.it
Tel.: +39 06.698.95.535
Fax: +39 06.698.86.103
www.istitutogp2.it

NORME GENERALI

Gli studenti sono ordinari, straordinari e ospiti:
– studenti ordinari: posseggono tutti i requisiti richiesti;
– studenti straordinari: rientrano in questa categoria coloro che non hanno potuto ottemperare alla consegna di tutti i documenti richiesti all’atto dell’iscrizione: una volta soddisfatti tali obblighi diventano studenti ordinari; vi rientrano anche coloro che non possiedono i requisiti necessari per l’accesso all’Università; sono iscritti e frequentano i corsi, ma non conseguono i gradi accademici. Superati gli esami, potranno richiedere un attestato.
– studenti ospiti: seguono uno o più corsi come uditori, con la possibilità di sostenere i relativi esami.
Possono inoltre essere ammessi come ospiti gli studenti ordinari di altre Università Pontificie, con il consenso delle loro Autorità accademiche. I corsi da loro frequentati (non più di due per semestre) sono considerati validi per il proprio curriculum di studi, ricevendo i corrispondenti certificati.

1. Il Corso ha durata biennale ed è articolato in moduli d’insegnamento, che comprendono lezioni frontali, esercitazioni e corsi on-line (41 ECTS); attività di laboratorio (1 ECTS); stage di 225 ore affiancato da 25 ore di rielaborazione personale sull’esperienza compiuta (10 ECTS. Per tale attività, il Master si avvale anche della collaborazione della Confederazione Italiana dei Consultori Familiari d’Ispirazione Cristiana); tesina e prova finale (8 ECTS).

2. La frequenza del Corso è obbligatoria (con firma di frequenza) a non meno dell’80% delle lezioni frontali.

3. Possono fare domanda di ammissione coloro che sono in possesso di un titolo di Laurea Magistrale, Laurea Specialistica o di Laurea a ciclo unico oppure di titoli equipollenti rilasciati all’estero e accompagnati da dichiarazione di valore.

4. L’ammissione al Master si realizza sulla base della valutazione comparativa da parte della Commissione esaminatrice del curriculum del candidato in relazione alle esperienze maturate e alle publicazioni prodotte e, eventualmente, di un colloquio di carattere motivazionale. Per gli studenti stranieri è necessaria la conoscenza della lingua italiana. Si richiede una lettera di presentazione del Parroco, per i laici. I sacerdoti, i religiosi e i seminaristi dovranno presentare una lettera del proprio Superiore ecclesiastico.

5. La domanda di ammissione al Master, dattiloscritta in carta semplice, dovrà essere indirizzata a: Prof. Livio Melina, Pontificio Istituto Giovanni Paolo II – P.zza S. Giovanni in Laterano, 4 – 00120 Città del Vaticano. Nella domanda dovranno essere indicate: le proprie generalità, il titolo accademico posseduto, l’indirizzo, un recapito telefonico ed e-mail a cui sarà fatta ogni comunicazione. Alla domanda dovranno essere inoltre allegati una foto, un curriculum vitae, da cui emerga l’interesse del candidato per la tematica del Master, una fotocopia del certificato di laurea (nel quale appaiano esame finale ed elenco degli esami svolti).

6. I candidati ammessi al Master saranno invitati ad immatricolarsi entro la data prevista, consegnando la documentazione richiesta.

7. Documenti richiesti per la prima iscrizione (presso l’Istituto Giovanni Paolo II).

• fotocopia della pre-immatricolazione da realizzare obbligatoriamente attraverso il sito web dell’Istituto;
• modulo di iscrizione, su modulo scaricabile on-line;
• certificato di nascita in carta semplice o autocertificazione;
• titolo di studio di scuola superiore valido per l’accesso all’Università nel Paese di provenienza (in originale);
• certificato di laurea (magistrale, specialistica o a ciclo unico) in originale;
• lettera di presentazione del proprio Parroco, per i laici. I sacerdoti, i religiosi ed i seminaristi dovranno presentare una lettera del proprio Superiore Ecclesiastico;
• ricevuta comprovante l’avvenuto pagamento delle tasse € 2.800,00 (da versare in due rate: € 1.400,00 all’atto dell’iscrizione e € 1.400,00 entro settembre 2018);
• tre fotografie formato tessera;
• gli studenti non cittadini italiani: permesso di soggiorno in fotocopia e originale;
• rescritto annuale di extracollegialità, se lo studente è un sacerdote che non appartiene alla diocesi di Roma e non risiede nei collegi e convitti destinati ad accogliere il clero.

8. La Segreteria provvederà al rinnovo dell’iscrizione al II anno di corso al momento della presentazione della ricevuta del pagamento della seconda rata delle tasse.

9. È vietata l’iscrizione contemporanea a diverse Università o Atenei Pontifici per conseguire gradi accademici. La duplice iscrizione sarà annullata e gli esami verranno invalidati.

10. Spetta ai Direttori del Corso concedere dispense da corsi già frequentati. Di norma saranno concesse dispense solo per i corsi con i medesimi docenti e lo stesso programma di cui si sia già sostenuto il relativo esame.

11. Il termine ultimo per completare gli studi del biennio 2017/2018 – 2018/2019 è rappresentato dalla sessione straordinaria di tesi di febbraio 2020. In nessun caso, decorso tale termine, sarà possibile sostenere la difesa della tesi e conseguire il titolo.