Informazioni e Modulistica per la Licenza in Scienze

Informazioni e Modulistica per la Licenza in Scienze

 

 

 

 

 

 

 

 

ORDO 2023-2024

NORME per l’ISCRIZIONE

Gli studenti sono ordinari, straordinari e ospiti:

  • studenti ordinari: posseggono tutti i requisiti richiesti;
  • studenti straordinari: rientrano in questa categoria coloro che sprovvisti del titolo di studio valido per l’ammissione al programma, con il consenso del Preside frequentano il corso regolarmente, ma non conseguono i gradi accademici. Supertati gli esami, potranno richiedere un attestato;
  • studenti ospiti: seguono uno o più corsi, previ autorizzazione del Preside, con la possibilità di sostenere i relativi esami. Possono inoltre essere ammessi come ospiti gli studenti ordinari di altre Università Pontificie, con il consenso delle loro Autorità accademiche, ricevendo poi i corrispondenti certificati per i corsi da loro frequentati (non più di due per semestre).

1 – Le iscrizioni si ricevono dal 1° giugno al 30 settembre 2022 (con mora sino al 31 ottobre 2022).

2 – Documenti richiesti per la prima iscrizione immatricolazione:

  • pre-immatricolazione da realizzare obbligatoriamente attraverso il sito web;
  • domanda di iscrizione, su modulo fornito dalla Segreteria;
  • documento di identità valido;
  • diploma di scuola superiore valido per l’accesso all’Università nel Paese di provenienza, in originale;
  • certificato di Baccellierato emesso da una Facoltà ecclesiastica o in un Istituto Superiore approvato dalla Santa Sede, oppure di un grado civile di primo ciclo almeno triennale (i titoli rilasciati all’estero devono essere accompagnati da traduzione legale e/o da dichiarazione di valore;
  • lettera di presentazione rilasciata, per i sacerdoti, dall’Ordinario Diocesano; per i membri degli Istituti di Vita Consacrata e Società di Vita Apostolica, dal Superiore competente; per i laici, dal parroco del luogo di residenza abituale o da altra Autorità ecclesiastica diocesana. Per gli studenti non cattolici, si seguono le norme all’uopo dalla Santa Sede;
  • ricevuta comprovante l’avvenuto pagamento delle tasse;
  • due fotografie formato tessera;
  • rescritto annuale di extracollegialità, se lo studente è un sacerdote che non appartiene alla diocesi di Roma e non risiede nei collegi e convitti destinati ad accogliere il clero;
  • piano di studi (in duplice copia) firmato dal Direttore degli Studi, su moduli forniti dalla Segreteria.

3 – Rinnovo annuale dell’iscrizione:

  • domanda di iscrizione su modulo fornito dalla Segreteria;
  • ricevuta comprovante l’avvenuto pagamento delle tasse;
  • piano di studi (in duplice copia) firmato dal Direttore degli Studi, su moduli forniti dalla Segreteria;
  • Per poter essere iscritto al secondo anno al corso di Licenza, lo studente deve dimostrare di possedere una sufficiente conoscenza, oltre alla lingua materna, di due delle seguenti lingue (equivalenti a 1 ECTS ciascuna): italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo. Le due lingue non devono appartenere alla stessa famiglia. Detta conoscenza è dimostrata da regolare documentazione o dal superamento di una prova in Istituto, che consiste nella lettura e traduzione immediata di un breve testo.

4 – Gli studenti non cittadini italiani all’atto dell’iscrizione devono presentare:

  • originale e fotocopia del permesso di soggiorno e indicazione del loro domicilio in Roma.
  • attestato di conoscenza della lingua italiana, tale da poter seguire i corsi e sostenere gli esami. In ogni caso, lo studente, dovrà sostenere un esame di lingua italiana (grammatica e traduzione), che si terrà entro il primo mese di frequenza, e dimostrare una conoscenza della lingua pari a almeno al livello B2; in alternativa può essere presentata all’atto dell’immatricolazione opportuna certificazione emessa da istituti di lingua accreditati. Se il livello di conoscenza della lingua sarà ritenuto insufficiente, lo studente dovrà frequentare un corso integrativo obbligatorio durante il primo semestre.

5 – Riconoscimento dei titoli di studio in Italia.

I titoli di Licenza rilasciati dalle Istituzioni della formazione superiore della Santa Sede sono corrispondenti per livello ai titoli di Laurea Magistrale rilasciati dalle Istituzioni della formazione superiore italiane, secondo quanto all’art. 2 §1-2.b) dell’Accordo tra la Repubblica Italiana e la Santa Sede per l’applicazione della Convenzione di Lisbona sul riconoscimento dei titoli di studio relativi all’insegnamento superiore nella Regione europea, del 1° settembre 2019, che regola il riconoscimento dei cicli e dei periodi di studio, così come dei titoli di studio ottenuti presso le Istituzioni della formazione superiore appartenenti ai sistemi di formazione superiore delle Parti, al fine di facilitare gli studenti, i ricercatori ed i possessori dei titoli di studio della formazione superiore di queste istituzioni nell’accesso all’istruzione superiore, nel proseguimento degli studi accademici e nel conseguimento dei titoli accademici nelle rispettive Istituzioni della formazione.

 

NORME per la DISSERTAZIONE per la LICENZA

  1. Durante il biennio lo studente è tenuto a preparare una dissertazione scritta, mediante la quale egli dimostri capacità di lavoro scientifico e idoneità all’insegnamento.
  2. Per l’attuazione di tale norma, valgono le seguenti direttive:
    1. Entro il mese di novembre del II anno lo studente prenda opportuni accordi con uno dei Docenti allo scopo di preparare la suddetta dissertazione.
    2. Entro la fine del mese di novembre del II anno, lo studente deve consegnare alla Segreteria una scheda recante il titolo della dissertazione stessa e la firma del Professore.
    3. La dissertazione scritta (in 4 copie cartacee più una copia in PDF che va inviata all’indirizzo scienze@istitutogp2.it) dovrà essere presentata in Segreteria entro la data indicata nel calendario. Gli esami di grado per la Licenza sono previsti nelle sessioni di febbraio, giugno ed ottobre. Unitamente alle copie della dissertazione dovrà essere consegnato il modulo del “nulla osta” firmato dal Professore Relatore contenente la proposta di uno dei correlatori da sottoporre all’approvazione del Direttore degli Studi, e il modulo anti-plagio.
    4. La dissertazione scritta non deve superare le cento pagine, indici e bibliografia compresi.
  3. Il tema della lectio coram potrà essere ritirato, in Segreteria, dallo studente interessato due giorni prima della discussione della dissertazione finale e sarà scelto dal Direttore degli studi, su proposta del Relatore della tesi.
  4. La discussione pubblica avverrà davanti, oltre che al Relatore, a due docenti nominati dal Direttore degli Studi.
  5. Il voto finale (espresso in trentesimi) viene calcolato in base ai seguenti coefficienti:
  •      Media corsi obbligatori e fondamentali: 40% (82 ECTS)
  •      Media corsi opzionali e seminar               10% (12 ECTS)
  •      Dissertazione scritta:                                   40% (16 ECTS)
  •      Esame complessivo finale:                         10% (10 ECTS)

In caso di decimali, fino ai voti inferiori allo 0,5 si arrotonda per difetto; per voti uguali e superiori allo 0,5 si arrotonda per eccesso.