AVVISO IMPORTANTE: RINVIO EVENTO Stefano Boeri e Pierangelo Sequeri

AVVISO IMPORTANTE RINVIO EVENTO GIOVEDÌ 13 FEBBRAIO
Si comunica che l’evento “Case, ponti, periferie e confini. Toponomastica degli affetti” previsto domani, giovedì 13 febbraio alle ore 17.30 presso l’Auditorium Carlo Caffarra del Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II con protagonisti il prof. Arch. Stefano Boeri e il prof. mons. Pierangelo Sequeri, è stato rinviato.

Seguirà un comunicato quanto prima con la nuova data dell’evento.
Ci scusiamo per il poco preavviso.
Ringraziandovi,

Il Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II 

COMUNICATO STAMPA
Roma, 4 febbraio 2019 – “Case, ponti, periferie e confini. Toponomastica degli affetti” è il tema del terzo appuntamento del ciclo di incontri A due voci della Cattedra Gaudium et spes del Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II.

L’incontro si tiene giovedì 13 febbraio alle ore 17.30 presso l’Auditorium Carlo Caffarra dell’Istituto.
A dialogare saranno il prof. Arch. Stefano Boeri e il prof. mons. Pierangelo Sequeri, preside dell’Istituto. Modera l’incontro il prof. Giovanni Salmieri, presidente dei corsi di laurea e di laurea magistrale in Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata, professore associato di Storia del pensiero teologico e docente presso il nostro Istituto.
Una delle domande che guiderà il confronto sarà: in che modo gli affetti possono influenzare lo spazio urbano e trasformare gli ‘spazi’ in luoghi? Al contempo si cercherà di comprendere come i luoghi contribuiscano a dare forma agli affetti e quali siano le dinamiche che coinvolgono il nostro modo di percepire le città, le periferie, le case e il rapporto con l’altro.

“Il rapporto tra famiglia e dimora è strettamente legato alla problematica economica dell’edilizia civile” scrive il professor Pierangelo Sequeri e sottolinea come “la casa non è soltanto il porto-rifugio dell’intimità affettiva” ma è considerato un vero e proprio “bene-rifugio contro la precarietà dell’economia domestica”.
“La teologia pastorale, negli anni immediatamente successivi al Concilio aveva intercettato generosamente le questioni relative alla potenza simbolica del nesso tra edificare e abitare, generare e abitare.” “In quel contesto erano valorizzati i primi tentativi di una ‘teologia della città’, che già tenevano conto dell’incidenza delle sue trasformazioni sull’immagine della ‘comunità del villaggio’.”

Stefano Boeri è un architetto e urbanista italiano, professore Ordinario di Urbanistica presso il Politecnico di Milano e Presidente della Fondazione La Triennale di Milano. Ha insegnato come guest professor a Cambridge, Mosca, Rotterdam e Losanna. Dirige il Future City Lab della Tongji University di Shanghai, un programma di ricerca post-dottorato dove si anticipa la mutazione delle metropoli planetarie. È stato Assessore alla Cultura del Comune di Milano dal 2011 al 2013 e nel 1993 ha fondato Multiplicity, un’agenzia di ricerca che coinvolge artisti, fotografi, analisti e indaga le relazioni tra geopolitica e urbanistica.

Pierangelo Sequeri è un teologo, musicologo, musicista. Preside del Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia. Ordinario di Teologia Fondamentale della Facoltà Teologia dell’Italia Settentrionale, a Milano, dove è stato Preside dal 2012 al 2016. Membro ordinario della Commissione Teologica Internazionale. Professore invitato in diverse università, è autore di numerosi libri e articoli, sia di carattere accademico, sia di più ampia divulgazione.

Il ciclo di incontri A due voci si inserisce nelle attività dell’anno 2019/2020 della Cattedra Gaudium et spes e desidera essere sempre più uno spazio di confronto e di dialogo che vedrà di volta in volta “due voci” di personalità appartenenti a mondi diversi confrontarsi sui temi di maggiore attualità, per riflettere insieme sulle crescenti sfide e complessità del tempo presente, sulla “straordinaria rilevanza antropologica e sociale che oggi assume l’alleanza dell’uomo e della donna, in ordine all’apertura di un nuovo orizzonte per la convivenza umana nel suo complesso”, nel pieno spirito della Gaudium et spes.

press@istitutogp2.it