\\ : Articolo : Stampa
Contributo dell'Istituto Giovanni Paolo II al Sinodo
Di Admin (del 15/10/2015 @ 11:50:51, in 8 - Eventi, visitato 1947 volte)

“Conversione pastorale per la famiglia: sì, ma quale?
Contributo del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II al Sinodo”,

a cura di Livio Melina,
Cantagalli, Siena 2015.




      Papa Francesco invita ad una coraggiosa “conversione pastorale e missionaria”, per avvicinarsi con misericordia alle famiglie ferite, in una situazione culturale profondamente cambiata, per annunciare con linguaggio rinnovato il Vangelo della Famiglia.

In questo agile saggio, raccolgono la sfida i professori di quel Pontificio Istituto, voluto e fondato da San Giovanni Paolo II, quale “Istituto primario di studi per la promozione della ricerca teologica e pastorale su matrimonio e famiglia, per l’utilità di tutta la Chiesa”. Essi mostrano quanto sia feconda la grande eredità di pensiero e di testimonianza del grande “Papa della famiglia”, ancora in gran parte da esplorare e da realizzare.


La vera misericordia non è mai staccata dalla verità e va compresa nella sua dimensione sacramentale. La teologia dell’amore è sempre legata alla teologia del corpo. Il modo concreto di realizzarla si modula nel tempo, mediante un accompagnamento personale, nell’abbraccio comunionale della Chiesa.



Preghiera per il Sinodo dei Vescovi


Gesù, Maria e Giuseppe,
in voi contempliamo
lo splendore dell’amore vero,
a voi con fiducia ci rivolgiamo.

Santa Famiglia di Nazareth,
rendi anche le nostre famiglie
luoghi di comunione e cenacoli di preghiera,
autentiche scuole del Vangelo
e piccole Chiese domestiche.

Santa Famiglia di Nazareth,
mai più nelle famiglie si faccia esperienza
di violenza, chiusura e divisione:
chiunque è stato ferito o scandalizzato
conosca presto consolazione e guarigione.

Santa Famiglia di Nazareth,
il prossimo Sinodo dei Vescovi
possa ridestare in tutti la consapevolezza
del carattere sacro e inviolabile della famiglia,
la sua bellezza nel progetto di Dio.

Gesù, Maria e Giuseppe,
ascoltate, esaudite la nostra supplica. Amen.