Master in Scienze del Matrimonio e Famiglia - Ciclo Speciale - Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per studi su Matrimonio e Famiglia
               

\\ : Articolo

Master in Scienze del Matrimonio e Famiglia - Ciclo Speciale

Di Admin (del 15/05/2009 @ 11:00:00, in 2 - Didattica, visitato 12830 volte)

PRESENTAZIONE: 
 
Dall’anno accademico 2005/2006, il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per Studi su Matrimonio e Famiglia, in collaborazione con l’Ufficio Nazionale per la Pastorale Familiare della Conferenza Episcopale Italiana, offre un ciclo speciale del Master in Scienze del Matrimonio e della Famiglia.
 
  
 
 
 
 
 
  
  
  
 
 
Scadenzario 2013-2014: consulta qui il pdf
 
 
 
CALENDARIO DELLE LEZIONI:
 
24-28 marzo 2014 – Pontificio Istituto Giovanni Paolo II - consulta qui l'orario in pdf
 
7-19 luglio 2014 – Hotel Greif (str. Parus, 15 Alta Badia - 39033 Corvara BZ) - consulta qui l'orario in pdf
 
 
La formula risponde alla necessità di un soggiorno fuori Diocesi più contenuto in termini sia di tempo che di costi.  
La formula risponde alla necessità di un soggiorno fuori Diocesi più contenuto in termini sia di tempo che di costi.  
La formula risponde alla necessità di un soggiorno fuori Diocesi più contenuto in termini sia di tempo che di costi.  
Il Corso prevede un numero minimo di 25 iscritti; ha durata triennale, con piano di studio ciclico. Ciascun anno comporta la frequenza a tre settimane intensive (una a marzo, due a luglio). A questa si aggiunge la partecipazione ad uno stage (laboratorio pastorale) presso strutture approvate dal Pontificio Istituto Giovanni Paolo II.
Si offre così alle Chiese locali uno strumento formativo universitario che coltiva la necessità di una preparazione all’altezza delle nuove esigenze della pastorale matrimoniale e familiare. Punto di forza è lo stile comunitario della convivenza durante i corsi, favorendo le relazioni interpersonali e il confronto con realtà ecclesiali e vocazionali diverse.
La finalità del corso è di preparare al servizio delle Chiese locali e si rivolge a:
 
 
  • formatori nel campo della pastorale familiare;  
  • esperti in tematiche riguardanti la visione integrale della persona umana, il disegno di Dio sull’amore dell’uomo e della donna e della vita nascente;  
  • animatori culturali che valorizzano l’apporto delle scienze umane e della teologia nell’ambito della famiglia;  
  • sposi capaci di dare un contributo competente e significativo allo sviluppo della Teologia del Matrimonio e della Famiglia.    
 
 STRUTTURA:          
 
 A partire dall’A.A. 2008/2009 il Master Ciclo Speciale prevede un monte ore di lezione frontali e di e-learning, nonché un monte ore dedicato ad un lavoro di specifica formazione svolto nella modalità di tutoraggio.
 
I corsi si suddividono su cinque aree: 
 
 
Biblico-Teologica
 
·        Il Matrimonio nella Bibbia - I 
·        Il Matrimonio nella Bibbia – II 
·        Il Magistero della Chiesa sul Matrimonio e la Famiglia
·        Le catechesi di Giovanni Paolo II sull’amore umano 
·        Il sacramento del Matrimonio
 
Antropologica   
 
·        Introduzione alla "communio personarum" 
·        Introduzione alla filosofia 
·        Il mistero dell’uomo 
·        Temi scelti di antropologia teologica 
·        Il Matrimonio nella disciplina canonica
 
Morale
 
·        Introduzione alla Teologia morale 
·        Teologia morale speciale 
·        Biotecnologie 
·        Bioetica 
·        Dottrina Sociale della Chiesa
 
Scienze Umane  
 
·          Psicologia della sessualità e dei legami familiari 
·          Fisiologia della riproduzione umana e metodi naturali di reg. della fertilità
·          Diritto di famiglia 
·          Sociologia della famiglia 
·          Pedagogia
 
Pastorale 
 
·        Pastorale familiare 
·        Spiritualità familiare 
·        Interventi di aiuto alle coppie 
·        Preparazione al Matrimonio
 
 
Per ciascuna delle aree sopra indicate l’Istituto provvede all’individuazione di un tutor cui è affidato il compito di seguire nel triennio gli studenti che avranno scelto di focalizzare la propria formazione in quella determinata area. Il tutor deve guidare lo studente in un percorso di formazione, approfondimento e ricerca capace di assicurare la specializzazione, ma anche di tenere in conto l’apporto complessivo di tutte le aree. Il tutoraggio dovrà portare, nell’arco del triennio, alla redazione di 3 elaborati (uno per ciascun anno di corso) che verranno inseriti nel piano di studi; in pari tempo dovrà costituire un percorso guida verso una lectio coram conclusiva dal carattere interdisciplinare.
Sono stati scelti come tutor il Prof. Bruno Ognibeni (Area Biblico-Teologica), il Prof. Stephan Kampowski (Area Antropologica), la Prof.ssa Oana Gotia (Area Morale), il Prof. Furio Pesci (Area Scienze Umane) ed il Prof. Juan José Pérez-Soba (Area Pastorale).
  
Il percorso formativo si conclude con la presentazione di un elaborato scritto e il sostenimento di un esame finale.
 
 
 
NORME GENERALI: 
 
1. Sono ammessi al Corso coloro che sono in possesso di un titolo di studio, rilasciato da Istituti universitari (è sufficiente una laurea triennale). Chi non avesse i requisiti richiesti, con il consenso del Preside o del Vice-Preside, può iscriversi come studente straordinario e, pur non conseguendo il Master, può frequentare le lezioni e, se lo desidera, sostenere i relativi esami. In tal caso, si rilascerà un  attestato.
 2. Per gli studenti stranieri, l’ammissione è condizionata alla conoscenza della lingua italiana.
 3.  L’iscrizione al secondo anno è condizionata alla conoscenza di almeno due delle seguenti lingue (esclusa quella materna) per un totale di 4 ECTS: italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo. Per quel che riguarda la conoscenza delle lingue prescritte, essa sarà attestata secondo le modalità fornite dalla Segreteria.
 4.  Entro la fine del primo anno lo studente è tenuto alla scelta del tutor che andrà comunicata al Direttore degli Studi (modulo per la scelta del tutor). 
 5. Per ciò che concerne lo stage, al più tardi all’inizio del terzo anno lo studente comunica alla segreteria dell’Istituto la proposta dell’Ente presso cui vuole effettuarlo (è opportuno che la scelta di tale struttura sia concordata con il responsabile diocesano della pastorale familiare), indicando in pari tempo l’oggetto e la finalità del progetto; il proprio ruolo all’interno del progetto; il nome del responsabile del progetto (modulo stage). L’Istituto valuta la proposta e comunica allo studente la relativa approvazione. Lo studente, una volta effettuato lo stage, presenterà all’Istituto una breve relazione finale accompagnata da una lettera del responsabile del progetto che ne attesti l’avvenuto svolgimento. In mancanza di tale attestazione lo stage dovrà essere ripetuto, presso la stessa o altra struttura.
 6. Alla fine del secondo anno, lo studente sceglie un docente per essere seguito e guidato nella stesura dell’elaborato finale, il cui schema, debitamente approvato dal Relatore, dovrà essere consegnato in segreteria. Tale elaborato finale non dovrà superare le 50 cartelle e verrà presentato e discusso in sede di esame finale di grado. Oltre che la discussione di tale elaborato, l’esame finale prevede una prova orale interdisciplinare su due tesi scelte in un tesario, una dal candidato e una dal Relatore. I contatti con il Relatore possono essere gestiti a distanza come pure quelli amministrativi con la segreteria, fatte salve le prescrizioni normative generali e le disposizioni particolari emanate dal Segretario.
Il voto finale, espresso in trentesimi, è calcolato in base ai seguenti coefficienti:
  1. Media corsi ed elaborati:                     70% 
  2. Elaborato finale:                                    20% 
  3. Prova orale interdisciplinare:              10%

In caso di decimali, fino ai voti inferiori allo 0,5 si arrotonda per difetto; per voti uguali e superiori allo 0,5 si arrotonda per eccesso.

Indicazioni metodologiche di base

ISCRIZIONE:
 
I candidati sono invitati ad immatricolarsi entro il 15 marzo 2014, inviando per posta tutta la documentazione richiesta:
  • domanda di iscrizione
  • fotocopia della pre-immatricolazione 
  • Originale del diploma di scuola superiore. Si consiglia di inviare per posta una fotocopia del titolo di studio; l'originale sarà consegnato personalmente in segreteria all'inizio della prima settimana intensiva
  • Certificato originale degli studi universitari.
  • 1 fotografia formato tessera.
  • Certificato di nascita in carta semplice o autocertificazione
  • Lettera di presentazione dell'Ufficio diocesano di pastorale familiare, o del Superiore religioso o del Parroco.
  • attestazione del bonifico bancario del pagamento delle tasse (2.200,00 euro) da versare in un'unica soluzione entro il 15 marzo 2014, oppure versando 1.100,00 € entro il 15 marzo 2014 e i restanti 1.100,00 € all'atto di iscrizione al 2° anno:

COORDINATE BANCARIE
Banca Popolare di Sondrio - Agenzia 6 (ROMA)
IBAN:IT22 X056 9603 2060 0000 4100 X40
SWIFT (= BIC) per i bonifici dall'estero: POSOIT22
intestato al Pontificio Istituto Giovanni Paolo II
specificando la seguente causale:"Iscrizione master scienze del matrimonio e della famiglia - ciclo speciale - 2013/2014"


Gli studenti non cittadini italiani dovranno inoltre presentare al momento dell'iscrizione:
  • Un attestato di conoscenza della lingua italiana. Qualora ciò non fosse possibile, lo studente dovrà sostenere un esame di lingua italiana in Istituto.
  • Copia del permesso di soggiorno.


Per il rinnovo dell'iscrizione è sufficiente inviare tramite posta il modulo della domanda di iscrizione, debitamente compilato, e la ricevuta del relativo bonifico bancario.
 
ALTRE INFORMAZIONI:
  • Soggiorno:
    L'Ufficio per la Pastorale della Famiglia della CEI provvede all'alloggio delle famiglie (e di singoli) e, con la presenza di un sacerdote, all'accompagnamento formativo attraverso la vita comunitaria e con specifiche iniziative nell'ambito più propriamente spirituale e pastorale. Per tutte le informazioni si consiglia di rivolgersi direttamente all'Ufficio Nazionale per la Pastorale della Famiglia della CEI.
  • E' auspicabile, come da tradizione, il sostegno economico da parte delle Diocesi che inviano le persone al Master.


PER INFORMAZIONI:
 
 
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
Visualizza profilo Admin

Admin è l'autore di questo articolo.
Scrivimi pure!

...